LogHX3 by RH4HX - Un log che supporta TCI

Il log che ormai utilizzo da diversi anni è stato realizzato da RH4HX e si può scaricare dalla pagina http://rx4hx.qrz.ru/index.php?page=download_loghx

Di base si configura attraverso attraverso porte seriali e OmniRig ma, dopo la pubblicazione delle specifiche TCI, da parte di Expert SDR, Alex ha aggiunto il supporto a TCI rendendo la configurazione dell'intero sitema di una semplicità disarmante. Inutile sottolineare che con il TCI non servono più porte seriali e Omnirig.

 

Prima di vedere come funziona, provo a rispondere alle domande che tutti si pongono  ogni volta che guardano (con diffidenza) un log diverso da quello a cui sono abituati da anni:

 

- Viene costantemente aggiornato? - SI, circa tre o quattro volte all'anno

- Supporta più di un nominativo? - SI

- E' possibile importare ed esportare i log? - SI, in formato ADIF

- Supporta il CAT ed il cambio banda automatico? - SI per due radio ed in almeno quattro modi diversi: Omnirig, HXCat, HamLib e TCI

- Supporta Rotori d'antenna? - SI

- Consente di accedere a più cluster contemporaneamente? - SI, anche se tale funzionalità è brillantemente implementata in SDC

- Vengono evidenziati i call utili per il DXCC? - SI, nella finestra del BandMap e nella finestra  DXCC si possono impostare colori diversi su una matrice Banda x Modo

- Gestisce gli Award? SI, ovviamente quelli internazionali come DXCC; WAS, WPX, IOTA, ecc., ma non ci sono diplomi italiani

- Si possono usare Macro CW e SSB/DIG? - SI, c'è un apposito client per tutti i modi digitali, ma è possibile l'integrazione con sw esterni (soprattutto per i modi digitali)

- Supporta LOTW? - SI, permette invio automatico tramite TQSL e la ricezione delle qsl con aggiornamento delle statistiche

- Supporta eQSL? -SI

- Supporta Clublog? - SI

- Supporta HRDLog? - SI

- Supporta la ricerca su Calbook online? SI, sono configurabili QRZ.COM, QRZ.RU, HamQTH ed altri ancora. Dopo aver digitato il CALL i dati immediatamente disponibili sono automaticamente compilati

- Dispone di Mappe Geografiche? - SI, non sono dettagliate come le Google Maps, ma sono ugualmente utili. Nella World Map possono essere visualizzati gli spot provenienti dai cluster e viene visualizzata la direzione LP ed SP.

- Permette la stampa personalizzata delle QSL? SI, dispone di un editor delle etichette, consente la ricerca del Manager e dopo la stampa permette di aggiornare massivamente il flag "QSL inviata"

 

Sono presenti numerose altre funzionalità che non ho provato, in ogni caso si tratta di un sistema davvero potente e versatile.

 

Per avere idea di come si presenta il desktop, completo di panadapter, provate ad ingrandire l'immagine sottostante.

 


Installazione e configurazione della stazione base

L'installazione è semplicissima, basta eseguire il file scaricato dal sito ed assicurarsi che al termine appaia l'icona.

Al primo avvio verrà chiesto di aprire oppure creare un nuovo database assegnando un nome significativo: ad esempio <call.log> come iw7dmh.log.

La prima cosa da fare è impostare  i dati di stazione - Setup -> General Setup

 

 

Se abbiamo un ADIF proveniente da un altro log (o da un contest log) possiamo importarlo dal menu File -> Import -> ADIF Format (*.adi)

 

 

Facciamo click su Go! ed attendiamo. I qso si presenteranno come in figura

 

 

La finestra Previous QSOs conterrà i precedenti contatti avuti con la stazione selezionata, mentre la finestra Worked/Confirmed vi darà la situazione delle conferme DXCC relativamente al Country della stessa stazione.

 

 

Nella finestra World Map avremo i dati geografici della stazione.

 

 

Per configurare il colori è necessario ritornare in Setup -> General Setup-> Color setup for country station ed impostarli a nostro piacimento

 

 

Cluster, allarmi e Band Map

LogHX3 è preisposto per collegarsi contemporaneamente a due cluster tramite telnet e ad un cluster locale come può essere, ad esempio, CW-Skimmer. Al suo interno esegue il merge degli spot, visualizzandoli nelle rispettive finestre e nella finestra del Band Map. Benchè tali funzionalità siano molto utili, se abbiamo configurato SDC, avremo già il nostro cluster server con tanto di spot aggregator e Skimmer locale. In questa seconda ipotesi dovremo configurare un solo server telnet.

 

Facciamo Tasto Destro nella finestra Telnet e poi Setup -> Setup Spot Machine

 

 

a questo punto basta selezionare il server Telnet n. 1 ed impostare IP e porta configurata in SDC.

Dalla stessa finestra si possono impostare allarmi di vario tipo che possono essere associati anche ad un jingle audio.

 

 

Completata la configurazione, la finestra Telnet inizia ad animarsi visualizzando gli spot provenienti da SDC. Passando con il mouse su un call vengono visualizzate altre utili informazioni, ad esempio se l'utente usa Lotw e/o eQSL.

 

 

 

Gli spot possono essere visualizzati per banda oppure si può usare la finestra All che mette in evidenza quelli che sono utili al punteggio DXCC. Il Band Map si comporta in maniera analoga

 

CAT Control

LogHX3 permette di usare due radio contemporaneamente. Nei menu Setup -> Radio Setup -> Radio e Radio2 sono presenti le tipiche modalità disponibili in altri log (Omnirig, Hamlib, ecc.) ma noi utilizzeremo la modalità TCI. Con questa modalità è superfluo configurare porte seriali aggiuntive per il CW.

 

 

Il controllo della radio va attivato tramite l'apposito menu Radio1 o Radio2.

 

 

 

Rotore d'antenna

Dal menu Setup -> Setup Rotor si configura il controllo del rotore.

 

 

Il rotore può essere configurato per spostarsi automaticamente ogni volta che si sta inserendo un nuovo QSO, oppure quando si fa click su uno spot nel Band Map.

Macro cw

Il sistema di Macro CW si attiva dal pulsantino col simbolo di un tasto telegrafico. Solitamente è richiesta la configurazione di un keyer esterno oppure di una interfaccia seriale che invece non è necessaria se comandiamo la radio attraverso TCI. Per l'uso dei tasti funzione è necessario che la finestra di LogHX3 sia in primo piano. Una soluzione più comoda consiste nell'utilizzo del sw TCI-Macro che consente di usare i tasti funzione indipendentemente dalla finestra che è in primo piano.

 

Macro Audio e digitale

Volutamente tralasciamo questo argomento in attesa che venga rilasciato EESDR 1.3 che aggiungerà al protocollo TCI il supporto per l'audio e per i modi digitali.

 

Eventualmente, se abbiamo configurato i cavi audio virtuali per il SUN (vedere il manuale Addendum), la finestra da utilizzare è quella con il simboletto del microfono: Voice Window

 

 

Analogamente, per i modi digitali la finestra a cui fare riferimento è DigitalMode Window

 

 

I programmi esterni con cui è possibile interfacciare LogHX3 sono riportati nella figura sottostante

 

 

Log e Callbook online - LOTW, eQSL, QRZ.com, ecc.

Un'altra comoda funzionalità di LogHX3 è quella di eseguire l'upload dei qso sui logbook online.

Il primo passo consiste nell'aprire il menu Setup - General Setup -> LOTW/eQSL/HRDLog e riportare i dati dei nostri account. Per LOTW è necessario aver preventivamente installato e configurato TQSL.

 

 

Successivamente è possibile accedere al menu File per eseguire l'upload sui vari log online. Analogamente si può fare per download delle conferme.

Clublog può essere configurato per l'invio di un singolo qso non appena è stato salvato nel log locale.

 

 

 

Aggiungere un nuovo QSO

La finestra per aggiungere un nuovo QSO è quella collegata direttamente alla radio (Radio1 nella foto). Attraverso uno dei sistemi CAT vengono preimpostati frequenza, orario di inizio e modo. Inoltre, se è stato configurato uno dei Callbook online, gli altri dati verrano impostati automaticamente.

Una finestra dedicata visualizza la pagina web del callbook usato come motore di ricerca, senza dover usare il browser esterno (nella foto QRZ.com).